Tracciabilità e poliutilizzo di cassette biodegradabili

N.FEAMP 076/INP/20 CUP D18I20000560009

Immagine

Il progetto TRACCIABILITA’ E POLIUTILIZZO DI CASSETTE BIODEGRADABILI – Misura 1.26 FEAMP FRIULI VENEZIA GIULIA intende affrontare il tema del riuso delle cassette utilizzate per portare il prodotto al consumatore dalle zone in cui è pescato. Una filiera lineare che assieme al pescato sposta il problema del polistirolo altrove rispetto alla zona di utilizzo. Piegare la filiera lineare introducendo il riuso delle cassette è quindi l’obiettivo primario per arrivare poi ad introdurre altri tipi di cassette che offrono modalità di riutilizzo migliori. Alla base di questo ragionamento ci sono diverse opzioni. La cassetta di polietilene più resistente a più cicli di riutilizzo, il biofoam più degradabile e quindi meglio gestibile nel fine vita, il legno o cellulosa da filiere tacciabili e quindi da origini controllate. Quali i costi? Quali i problemi di sanificazione? Come inserire l’innovazione tra gli utilizzatori?  Modalità che BIO-RES sta testando al Mercato Ittico di Marano Lagunare assieme al partner di progetto Co.Ge.PA. Una serie di tavoli tecnici e giornate sperimentali intendono rappresentare le problematiche di una filiera circolare inserita nel ciclo produttivo del Mercato Ittico in grado di sfruttare al massimo le cassette della pesca prima del loro fine vita. 

Immagine