• monitoraggio dei servizi ecosistemici attraverso i cambiamenti climatici;
. gestione sostenibile dell’ambiente marino-costiero;
. studi sulla sostenibilità ambientale, economica e sociale;
• studi e monitoraggi su acque marine-lagunari ed acque interne;
. valutazione dell’impatto dei sistemi antropici sull’ambiente; 
• progetti di ricerca scientifica sulla produzione della pesca ed acquacoltura;
• misure di innovazione e di coesione sostenibile nel settore della pesca ed acquacoltura;
• analisi acque e sedimenti, analisi ecotossicologiche con Daphnia magna ed altri organismi;

• formazione e stesura manuali di autocontrollo Haccp;
• analisi matrici alimentari – prodotti della pesca;
• innovazione della filiera alimentare dallo sbarcato alla distribuzione;
. studio di fattibilità di trasformazione delle risorse marine;
. valorizzazione degli scarti derivanti dallo sbarco;
. percorsi di economia circolare attraverso la caratterizzazione di nuove materie prima nella filiera.

• attività di studio ed analisi di bisogno dei settori produttivi;
• organizzazione e conduzione di corsi, stage, workshop tematici;
. creazione di moduli didattico-formativi per le scuole di ogni ordine e grado e università;
• attività di aggiornamento e corsi di formazione professionale;

Bio-Res e le filiere produttive

Bio-Res si occupa del controllo diretto del pescato sui nodi critici dello sbarco e della commercializzazione.
Il mercato ittico di Marano Lagunare e quello di Grado, vengono seguito da personale specializzato per le
procedure di autocontrollo ai sensi dei Reg. CE 853/2004 e 178/2002 e pertanto giornalmente vengono eseguiti controlli sui requisiti igienico sanitari dei prodotti della pesca (pesci, molluschi e crostacei) e sulla presenza di parassiti (es. Anisakis…), oltre ai necessari controlli periodici di tipo chimico, microbiologico e biotossicologico (metalli pesanti, batteri, biotossine algali).

Nell’ambito delle procedure di autocontrollo, l’attività prevede la verifica dell’igiene delle superfici a diretto
contatto con gli alimenti stessi mediante l’utilizzo di appositi tamponi, e della conformità igienico sanitaria
dell’’acqua e ghiaccio utilizzati all’interno del Mercato Ittico e al Centro di Spedizione Molluschi di Marano Lagunare e Grado.
I controlli ed analisi hanno lo scopo di fornire, per quanto possibile, la sicurezza alimentare dei prodotti della pesca commercializzati lungo la filiera alimentare. Nell’ambito del FEAMP, Bio-Res collabora con OP nazionali, FLAG, Consorzi di gestione in diversi progetti legati alla sostenibilità ambientale e misure di salvaguardia e tutela del mare e delle diverse specie che lo popolano.

I temi riguardano prevalentemente gli impatti della pesca e dell’acquacoltura nei confronti dei servizi ecosistemici marini costieri e lagunari, quali la graduale eliminazione della filiera lineare delle cassette in polistirolo per una filiera circolare con materiali biodegradabili o riutilizzabili. In considerazione dell’adattamento ai cambiamenti climatici reso sempre più necessario ai processi produttivi della pesca e molluschicoltura, Bio-RES si occupa di ingresso di specie alloctone nelle filiere commerciali, di by-catch e predazione di delfini e strumenti di dissuasione, di produttività ed interpretazione satellitare del dato di produzione primaria e stagionalità di pesca, di progettazione ed attuazione di misure in linea con le direttive europee.

seers cmp badge